.
Annunci online

 
windrosehotel 
... E Bruto è un uomo d'onore
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Wind Rose Hotel (nuovo blog)
Riformisti - il blog dei blog riformisti
NYT Editorials/Op-Ed
WSJ Opinion Journal
LATimes Editorials/Op-Ed
WP Editorials & Opinions
Centro Walter Tobagi
Giuliano Amato
Ralph Waldo Emerson
Il Riformista
Il Foglio
Transcendentalists
Filosofia politica
Bioetica & Bioetiche
Richard Rorty's Homepage
Bollettino di filosofia politica
Policy Network
Aspen Institute Italia
Italianieuropei
Radio Radicale/Audio-video di attualità
Caffe' Europa
  cerca

Il nome del blog

... indica un posto dove si cerca un orientamento, ma il luogo dove lo si può trovare—l'orientamento—non è questo.  Ciascuno è (dovrebbe essere) la rosa dei venti di se stesso. 

 







The Liberty Bell

«Proclaim LIBERTY throughout all the Land unto all the Inhabitants thereof Lev. XXV, X
By Order of the Assembly of the Province of Pensylvania for the State House in Philada»
1752



"If I had a bell
I'd ring it in the morning
I'd ring it in the evening ... all over this land,
I'd ring out danger
I'd ring out a warning
I'd ring out love between all of my brothers and my sisters
All over this land.
...

It's a bell of freedom"

Lee Hays and Pete Seeger
["If I Had a Hammer"]








 

"Friends, Romans, countrymen, lend me your ears;
I come to bury Caesar, not to praise him.
The evil that men do lives after them;
The good is oft interred with their bones;
So let it be with Caesar. The noble Brutus
Hath told you Caesar was ambitious:
If it were so, it was a grievous fault,
And grievously hath Caesar answer'd it.
Here, under leave of Brutus and the rest--
For Brutus is an honourable man;
So are they all, all honourable men--
Come I to speak in Caesar's funeral.
He was my  friend, faithful and just to me:
But Brutus says he was ambitious;
And Brutus is an honourable man.
He hath brought many captives  home to Rome
Whose ransoms did the general coffers fill:
Did this in Caesar seem ambitious?
When that the poor have cried, Caesar hath wept:
Ambition should be made of sterner  stuff:
Yet Brutus says he was ambitious;
And Brutus is an honourable man.
You all did see that on the Lupercal
I thrice presented him a kingly crown,
Which he did thrice refuse: was this ambition?
Yet Brutus says he was ambitious;
And, sure, he is an honourable man.
I speak not to disprove what Brutus spoke,
But here I am to speak what I do know.
You all did love him once, not without cause:
What cause withholds you then, to mourn for him?
O judgment! thou art fled to brutish beasts,
And men have lost their reason. Bear with me;
My heart is in the coffin there with Caesar,
And I must pause till it come back to me. (...)"

W. Shakespeare        

Julius Caesar
Act 3, Scene 2













questo blog sostiene «Riformisti», il blog dei blog riformisti






 

 

 


 

Diario | Pagine politiche | Culture | Erasmiana | Il mare | Recensire (quel che capita) |
 
Diario
1visite.

9 aprile 2004

Reynié : il modello è Blair

Avvenire intervista Dominique Reynié, politologo francese e teorico della democrazia, sullo stato del riformismo in Europa. Innanzitutto una definizione del concetto stesso di «riforma» relativamente alla situazione attuale :

 

La riforma è oggi concretamente la ristrutturazione del sistema al quale teniamo per garantirne la sopravvivenza e consiste nel ripartire lo sforzo in modo diverso e nel ridurre in generale il livello delle prestazioni, a livello dei rimborsi medici e delle pensioni.


Segue una riflessione sui recenti risultati elettorali in Francia e Germania, dove certamente ha giocato un ruolo fondamentale  l’opposizione alle riforme, generalmente assai mal percepite dall’elettorato. Trend che, tuttavia,  si nota anche in Gran Bretagna, dove lo scarto tra laburisti e conservatori si assottiglia. Ma ciò non toglie, secondo il politologo francese, che il thatcherismo prima e il blairismo poi—dove quest’ultimo «consiste in fondo nel correggere gli eccessi del thatcherismo»—danno al Regno Unito una patente di modernità che gli altri neanche si sognano


il primo Paese industrializzato e urbanizzato è forse entrato nel post-capitalismo tradizionale prima degli altri. Con una più grande flessibilità e dei segnali inviati alla popolazione sulla necessità di non far ricadere tutto sullo Stato. In questo senso, se c'è un modello in Europa, è Londra. Si può non accettare il governo Blair, ma è l'unico che ha costruito un riferimento chiaro.


 

Una sinistra conservatrice? Non dappertutto, secondo Reynié. Non in Germania (e a fortori, ovviamente,  neanche in Gran Bretagna) «dove la sinistra rischia persino di disintegrarsi dietro il riformismo di Schröder». Certamente Francia e Italia sono a rischio sotto questo punto di vista.  In questi due Paesi le riforme sono viste per lo più come una regressione e si parla apertamente di una resistenza doverosa «contro la rottamazione dello Stato sociale». E questo porta quasi inevitabilmente verso un sostanziale immobilismo. Prospettiva «disastrosa»,  perché «non siamo più abbastanza ricchi per pagare l'immobilismo. Quest'ultimo è una minaccia ma direi anche un'impossibilità pratica».

 

Infine una sinistra previsione per quanto riguarda Italia, Germania, Francia e Spagna, quella di «una conflittualità sociale abbastanza forte e di tipo nuovo rispetto al Sessantotto. Nel senso che stavolta sono invertiti i ruoli tra le generazioni». Sì, avete capito bene : potrebbe essere il ’68 dei vecchi contro i giovani…


 




permalink | inviato da il 9/4/2004 alle 14:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa
sfoglia
marzo