.
Annunci online

 
windrosehotel 
... E Bruto è un uomo d'onore
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Wind Rose Hotel (nuovo blog)
Riformisti - il blog dei blog riformisti
NYT Editorials/Op-Ed
WSJ Opinion Journal
LATimes Editorials/Op-Ed
WP Editorials & Opinions
Centro Walter Tobagi
Giuliano Amato
Ralph Waldo Emerson
Il Riformista
Il Foglio
Transcendentalists
Filosofia politica
Bioetica & Bioetiche
Richard Rorty's Homepage
Bollettino di filosofia politica
Policy Network
Aspen Institute Italia
Italianieuropei
Radio Radicale/Audio-video di attualità
Caffe' Europa
  cerca

Il nome del blog

... indica un posto dove si cerca un orientamento, ma il luogo dove lo si può trovare—l'orientamento—non è questo.  Ciascuno è (dovrebbe essere) la rosa dei venti di se stesso. 

 







The Liberty Bell

«Proclaim LIBERTY throughout all the Land unto all the Inhabitants thereof Lev. XXV, X
By Order of the Assembly of the Province of Pensylvania for the State House in Philada»
1752



"If I had a bell
I'd ring it in the morning
I'd ring it in the evening ... all over this land,
I'd ring out danger
I'd ring out a warning
I'd ring out love between all of my brothers and my sisters
All over this land.
...

It's a bell of freedom"

Lee Hays and Pete Seeger
["If I Had a Hammer"]








 

"Friends, Romans, countrymen, lend me your ears;
I come to bury Caesar, not to praise him.
The evil that men do lives after them;
The good is oft interred with their bones;
So let it be with Caesar. The noble Brutus
Hath told you Caesar was ambitious:
If it were so, it was a grievous fault,
And grievously hath Caesar answer'd it.
Here, under leave of Brutus and the rest--
For Brutus is an honourable man;
So are they all, all honourable men--
Come I to speak in Caesar's funeral.
He was my  friend, faithful and just to me:
But Brutus says he was ambitious;
And Brutus is an honourable man.
He hath brought many captives  home to Rome
Whose ransoms did the general coffers fill:
Did this in Caesar seem ambitious?
When that the poor have cried, Caesar hath wept:
Ambition should be made of sterner  stuff:
Yet Brutus says he was ambitious;
And Brutus is an honourable man.
You all did see that on the Lupercal
I thrice presented him a kingly crown,
Which he did thrice refuse: was this ambition?
Yet Brutus says he was ambitious;
And, sure, he is an honourable man.
I speak not to disprove what Brutus spoke,
But here I am to speak what I do know.
You all did love him once, not without cause:
What cause withholds you then, to mourn for him?
O judgment! thou art fled to brutish beasts,
And men have lost their reason. Bear with me;
My heart is in the coffin there with Caesar,
And I must pause till it come back to me. (...)"

W. Shakespeare        

Julius Caesar
Act 3, Scene 2













questo blog sostiene «Riformisti», il blog dei blog riformisti






 

 

 


 

Diario | Pagine politiche | Culture | Erasmiana | Il mare | Recensire (quel che capita) |
 
Diario
1visite.

13 agosto 2003

Giornalisti, vil razza dannata (ma non solo)

Il suo tempo sta per scadere, ma fino a domani siamo ancora in tempo. L'ultimo numero di Sette mi è piaciuto non poco. Non so da quanto tempo non lo sfogliavo con un minimo di calma e all'insegna del piacere della lettura. Ma stavolta ci sono riuscito e ho scoperto un magazine ben fatto. Vario, arguto, profondo senza essere pesante o saccente.

Apre il solito Biagi. Spiacente, non lo leggo da anni, da quando inneggiava a Giulio Andreotti pur  dichiarandosi "un socialista senza partito"...  Anch'io lo sono--si parva licet--come prima di Biagi lo era Silone (un grande) e, pare, Nostro Signore. Ma Biagi non mi è mai stato simpatico: mai visto andare dove non spira il vento maestro (quello della "pubblica indignazione"--si fa per dire). Almeno a mia memoria.

Ottima la posta : rispostaccia di G. A. Stella contro un povero diavolo che l'aveva provocato, e senza neppure troppa cattiveria. A farne le spese il buon Roberto Formigoni, svillaneggiato per somma di pensioni (3+2) da parlamentare (nazionale ed europeo). Ma questi, come si sa, dà tutto a CL, e probabilmente vive in un sottoscala insieme ad alcuni barboni.

Magnifica, poi la sezione (copertina) riservata alle barzellette, scelte con cura e intelligenza. La pagina "Scusi, ma a lei chi non la fa ridere?" è un florilegio di opinioni stimolanti su cosa ci fa o non ci fa ridere oggi.

Inoltre, la sezione spettaqcoli (cinema), con un elogio del trash all'italiana. Elogio un po' peloso, però, o almeno così sembra a un non esperto di cinema italiano come il sottoscritto. E comunque fa riflettere sul fatto che di tanto in tanto quelle Edwige Fenech e quei Lino Banfi facciano divertire davvero (o almeno fanno divertire "oggi", anche un pubblico non incline allo scurrile).

Infine, una stroncatura "tribale" dell'intelligenza dalemiana. Presa di mira da un Francesco Merlo a cui sembra che il caldo abbia un po' abbruttito il carattere. Non perché dice cose spiacevolissime contro l'ex premier, ma per il tono piuttosto insultante.

Quel "contadino" buttato lì con malagrazia da D'Alema funge da pretesto per una "vendetta tremenda vendetta", e perfino di una damanatio memoriae--se fosse possibile.

Comunque, non si ragiona così. Mi spiace, mi spiace per Merlo. Per lo stile, intendo. Riprovi con "Il crepuscolo degli dei", visto che con "Cavalleria rusticana" non funziona. Dieci punti in meno, compare Turiddu...

 




permalink | inviato da il 13/8/2003 alle 11:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
sfoglia
luglio        settembre